Un angelo in più

28/01/2019

Purtroppo per Julen Rosello, il bimbo di due anni caduto in un pozzo in Spagna, non c’è stato nulla da fare.

Il piccolo era precipitato in caduta libera per 71 metri in un pozzo largo appena 25 cm nelle campagne di Totalan a Malaga il 13 gennaio scorso.

È iniziato l’incubo, l’ennesimo incubo per la coppia che nel 2017 aveva perso il figlio Oliver morto a tre anni per un disturbo cardiaco, un piccolo angelo speranza di protezione nei confronti di Julen.

Per giorni minatori, speleologi e volontari hanno fatto di tutto per cercare di arrivare all’altezza del bambino scavando con fatica a causa del maltempo e del rischio frane. Le speranze erano poche, ma tutta la comunità si è stretta attorno ai genitori per pregare che il salvataggio del bambino andasse a buon fine. Il 26 gennaio dopo 13 lunghissimi giorni all’ 1.25 è stato recuperato il corpicino del bimbo oramai senza vita. “Un’altra volta no” queste le parole dei genitori alla scoperta della morte del figlio.

L’autopsia ha riportato che il bambino molto probabilmente è morto proprio a causa della caduta.

Malaga ha dichiarato tre giorni di lutto cittadino e sono state centinaia le persone che il domenica 27 gennaio alle 13.30 si sono radunate davanti al cimitero di El Palo per dare l’ultimo addio al piccolino, dopo una cerimonia religiosa intima.

Ora come faranno questi due genitori a continuare a vivere una vita che gli ha portato via due figli? Come faranno ad alzarsi ogni mattina e avere la forza di affrontare il mondo, leggendo negli occhi della gente la compassione e la pena? Come potranno pensare che la vita sia giusta non avendo la possibilità di vedere crescere il sangue del loro sangue?

Non lo so come faranno, non voglio mettermi nei loro panni perchè non posso, so solo che non posso fare altro che sperare che non facciano qualche cavolata annebbiati dal dolore. E spero solo che abbiano la forza di restare insieme per affrontare il dolore che solo loro possono capire.

Ciao piccolo Julen, da lassù insieme a tuo fratello Oliver proteggi i tuoi genitori e fa’ che trovino un po’ di pace: ne hanno bisogno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...