WORLD BLOGGER DAY

Il 2 maggio 2010 a Cebu, nelle Filippine, venne instaurata la giornata mondiale dei bloggers (world blogger day) con l’obbiettivo di far riconoscere la figura e far conoscere più bloggers possibili nel mondo. Negli anni è servita poi anche per celebrare quei bloggers perseguitati e a volte anche uccisi per aver denunciato violenze e ingiustizie. Beh, io con il mio blog non denuncio soprusi e niente di questo genere, ma racconto di me e quindi oggi festeggio anche un po’ me e la mia passione.

Già. Avere un blog è una passione grande, ma è anche un impegno grande soprattutto per chi come me non lo fa di lavoro. Trovare del tempo per dedicarsi esclusivamente a questo è molto difficile con due figli, un marito, un lavoro, due cani e una casa sempre da riordinare. Ma alla fine mi sono detta che al posto di fare yoga o pilates due ore a settimana, io avrei fatto questo che per me è una valvola di sfogo proprio come per le altre mamme lo è lo yoga o il pilates.

Quando scrivo riesco ad esprimere me stessa e a volte solo scrivendo riesco a buttare fuori quel qualcosa che sta dentro di me e che magari a voce non riesco a spiegare. È sempre stato così, fin dai tempi della scuola. I temi di italiano sono sempre stati i miei pezzi forti, per studiare ho sempre usato come metodo quello di sintetizzare e fare schemi, in tutte le verifiche scritte cercavo di salvarmi argomentando il più possibile le due nozioni che sapevo, all’esame della maturità ho preso 30 degli scritti (il minimo) grazie al tema di cui ho preso 14. E ancora oggi creo cartelloni per i miei figli, scrivo lettere a mio marito, scrivo post it e liste ovunque, ho un’agenda cartacea dove appunto ogni cosa.

Io amo scrivere e mi piace farlo ancora di più a mano e non sul computer. Molte volte quando preparo la bozza di un pezzo per il blog lo faccio sul mio quaderno dove annoto, inserisco asterischi numerati per ricordarmi poi dove aggiungere quella postilla, cancello tirando una riga, disegno a lato del foglio. Tutte cose che con un computer non si possono fare. Con il computer schiacci un pulsante e inserisci quello che hai dimenticato, ne schiacci un altro e cancelli quello che non ti piace. Certo tutto è molto più semplice e ordinato, ma vuoi mettere la soddisfazione di vedere il tuo pezzo finito pieno di righe, disegnini, asterischi e mille pasticci?? No, non c’è paragone. E sapete come viene ancora meglio? Se lo scrivete con la matita. Perché la matita è morbida, la matita è leggera ed è meglio che una semplice e anonima bic. La matita la temperi, la matita si consuma lentamente mentre il tuo pezzo viene fuori. Lei diventa piccola piccola e si sacrifica per lasciare spazio alla tua piccola creazione che rimane lì stampata su un foglio per sempre.

Certo mi sono evoluta anche io e soprattutto avendo un blog l’uso del computer è d’obbligo.  Ma la soddisfazione che mi dà il mio quaderno pasticciato un computer non può darmela.

Ma voi ora vi starete chiedendo: ”cosa centra tutto questo con la giornata mondiale dei bloggers?” Beh, centra e come. Questo è per farvi capire che cosa rappresenta per me questo blog: è passione, è sentimento, è soddisfazione. Perché anche se li trascrivo poi qui, i miei pensieri prima erano là su quel mio quaderno pieno di pasticci e pieno di me. Quel quaderno su cui appunto la mia vita e che poi racconto a voi, a voi che mi leggete e che mi scrivete facendomi complimenti e osservazioni riempiendo me il mio quaderno di tanto amore e soddisfazioni

E allora per me questa giornata è anche questo, per me questa giornata celebra la mia passione. E io oggi qui invito tutti voi a coltivare le vostre passioni proprio come io sto coltivando la mia. Ballate, correte, cantate, suonate, giocate a calcio o a carte, andate a scalare la montagna o collezionate francobolli sul divano di casa vostra, travasate e piantate nuove piantine e fiori o cucinate una bella torta. Ma fatelo, fatelo sempre e non fatevi ostacolare da niente nessuno. Non esistono figli, mariti, mogli, amici o lavoro che vi possano impedire di farlo. Perché voi siete la vostra passione, fa parte di voi e se non la coltivate un pezzo della vostra identità verrà a meno e voi non sarete mai veramente voi stessi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...